NIEBP - Network Italiano Evidence Based Prevention

NIEBP - Network Italiano Evidence Based Prevention

La promozione della salute mentale e l'impiego di nuove tecnologie

A cura di Rita Longo, DoRS - Centro di Documentazione per la Promozione della Salute -Regione Piemonte

Già prima della pandemia di COVID-19 la depressione era stata individuata dall'OMS (2019) come una delle principali cause di disabilità a livello mondiale, uno dei motivi principali - insieme ai disturbi ansiosi - che spingono a chiedere una visita medica nei Paesi ad alto reddito, e con scarsa copertura a livello di servizi soprattutto nei Paesi a basso reddito. L'avvento della pandemia ha comportato un peggioramento del livello di benessere mentale e un amento della condizione di stress in tutti i settori (in particolare per gli operatori della sanità e per le persone con pregressi problemi psichiatrici).


La situazione critica della salute mentale ha richiesto un'azione tempestiva, evidence-based e interdisciplinare, caratterizzata anche dall'utilizzo di tecnologie digitali come computer, tablet, smartphone per la realizzazione di programmi/interventi di promozione della salute mentale in modalità "digitale", maggiormente accessibili, facilmente esportabili e adattabili/modulabili, rivolti a tutte le fasce di popolazione.

Dai pochi studi effettuati - specialmente nel setting Ambienti di lavoro con i lavoratori e nel setting Comunità con utenti psichiatrici - emerge un corpus di evidenze che indica la validità dell'inserimento all'interno del programma di una figura di sostegno col ruolo di "orientatore", rappresentata da una persona "reale", al fine di ridurre la resistenza e aumentare l'adesione al programma dei partecipanti, migliorando l'esito finale.

Vai alla  scheda di sintesi nel database NIEBP